New York, New York. Giorno 2

New York, New York. Giorno 2

Eventi


Il giorno due si è concluso con una bella birra assieme agli altri partecipanti del Web Analytics Wednesday al bar dello Sheraton. L’incontro è stato organizzato da Akin Arikan di Unica Corporation, che è riuscito a mettere insieme una decina di persone.

In particolare ho scambiato un po’ di idee sulla misurazione della famigerata coda lunga con Avinash Kaushnik (foto), un vero personaggio, attualmente consulente per Google. Consiglio a tutti il suo blog, Occam’s Razor, solo buoni contenuti e niente fuffa. (ringrazio la mia collega Valentina per avermi segnalato qualche settimana fa un suo post proprio sulla misurazione della long tail!)

Devo dire che la serata e le conversazioni informali del WA Wednesday hanno risollevato il giudizio di questa giornata, che per il resto ho trovato piuttosto deludente. Sia nella qualità degli interventi – sto cambiando io o sta calando la qualità del SES? – che nella profondità nell’affrontare i temi.

I contenuti comuque sono come sempre mirabilmente riassunti da Seoroundtable.

Le frasi del giorno:

‘Touch consumers in different ways’, dice Steve Berkowitz, Senior Vice President di Microsoft Online Services Group durante il keynote di apertura della giornata. Ovvero integrazione. Lui in particolare si riferiva alla varietà di servizi offerti da Microsoft, da Messenger a Spaces a MSN e alla necessità di unirli in una esperienza – di ricerca – integrata

‘What is the story behind numbers’, Stacy Williams durante la sessione su web analytics. Più che numeri, analisi.

‘Hi Miriam! Every time I think of Venice, I think of you!‘, John Marshall, CEO di Clicktracks.com, sempre friendly proprio come il software (ops, forse è il contrario!). Pensando che ci siamo incontrati una sola volta due anni fa, è potente l’effetto gondola! 🙂

comments powered by Disqus

Nessun commento