Monitorare la reputazione online: la Venice Lesson #8

Ecco l’ottava delle Venice Lessons: questa volta sono tornata in gondola – in sandolo, per la precisione – e vi parlo di reputazione online.

Sempre più spesso facciamo online la prima conoscenza con un nuovo collega, un futuro partner commerciale, una possibile azienda fornitrice, un hotel in cui soggiornare. E le recensioni e i contenuti che troviamo in rete orientano le aspettative con cui ci avviciniamo alla persona o all’azienda. In alcuni casi determinano anche il fatto che scegliamo di non proseguire con la conoscenza.

Visto che la prima impressione si costruisce sempre più spesso in rete, qual è la reputazione della nostra azienda? Per conoscerla dobbiamo monitorarla, ascoltando ciò che la rete dice di noi.
Con una premessa importante: non esiste una reputazione “reale” e una “digitale”. La reputazione di un brand è unica e si forma unendo le esperienze e le informazioni che raccogliamo tanto online quanto nel cosiddetto “mondo reale”.

In questa ottava Venice Lesson approfondisco poi quali sono le opportunità dell’ascolto e quali sono gli strumenti per rendere l’ascolto automatico. Tra questi segnalo Talkwalker, che ha degli strumenti gratuiti tra cui gli Alerts, che sono utili per un monitoraggio base, e una versione a pagamento molto completa.

Le altre Venice Lessons sono dedicate a come definire una strategia di marketing digitale, quali sono le caratteristiche di un sito che funziona, cosa vuol dire fare SEO e  molto altro: lezioni video di pochi minuti che introducono alle basi del marketing digitale, con la bellezza di Venezia intorno.

Per rimanere aggiornati sulle prossime Venice Lessons, iscrivetevi alla newsletter.