Il ciclo di vita di un buon contenuto (e perché è ancora “il re”, 20 anni dopo)

Preparando questo speech ho scoperto che “Content is king” è il titolo di un intervento di Bill Gates (reperibile su Archive.org, merita di essere letto) dei primi giorni del 1996, quasi vent’anni fa.

E sempre di più il web marketing che funziona passa da/ha come elemento centrale i buoni contenuti: negli anni sono cresciuti in varietà e formati, sono esplosi in volumi e sono cambiate le modalità di produzione. I contenuti diventano porzioni di advertising (pensiamo a tweet e post sponsorizzati, o alla discussione sulla scelta del New York Times di aprire al native advertising), hanno diverse “date di scadenza”, nelle aziende ce ne sono molti di contenuti e spesso non sono organizzati/reperibili, confezionarli e diffonderli costa tempo e/o risorse economiche (che poi, poco cambia).

Al Convegno GT a metà dicembre ho parlato di questo, qui sotto la presentazione.

(pubblico ora perché il Convegno GT è un evento a pagamento e i materiali sono disponibili in esclusiva ai partecipanti, almeno per il primo mese.)