Facebook per le PMI: cinque cose da fare subito

L’ultimo capitolo di Web marketing per le PMI s’intitola “Cinque cose da fare subito”, un concentrato di azioni per mettere subito in pratica quanto presento nel libro.

Con questo post inauguro le “cinque cose da fare subito” per gli strumenti del marketing digitale. Partendo con Facebook e scegliendo cinque indicazioni che nella mia esperienza sono particolarmente utili per le Piccole e Medie Imprese. Prima di cominciare a “fare”, la domanda a cui rispondere naturalmente è: perché la mia azienda dovrebbe essere su Facebook? Se non ci sono buoni motivi (ovvero, se la presenza su Facebook non risponde a obiettivi chiari), usa il tuo tempo per fare altro.

Creare il piano editoriale mensile
Se invece Facebook è il posto giusto in cui incontrare i tuoi clienti potenziali, far conoscere i prodotti/servizi, dare assistenza o altro, la domanda successiva è: come? Ovvero, con che linea editoriale, con quali contenuti. Tralasciando l’approccio “posto quando ho contenuto disponibile”, molto utile è lavorare con una programmazione: alla fine del mese preparo un vero e proprio calendario con i contenuti del mese successivo. Naturalmente è un calendario flessibile e va rivisto settimana dopo settimana e anche il giorno stesso: se ho una notizia molto importante nulla vieta che il post di presentazione del prodotto, che avevo previsto per questo pomeriggio, slitti di qualche giorno.
Il piano diventa un vero e proprio foglio di lavoro e permette di:

Programmare i post
Sempre parlando di organizzazione del lavoro, uno strumento molto utile che Facebook ha messo a disposizione è il timer per programmare i post al futuro (o aggiungerne uno al passato).

Se nei prossimi giorni sarai in trasferta all’estero, impegnato in presentazioni con i clienti o in un corso di formazione, con questo strumento puoi preparare i post e, grazie al timer, verranno pubblicati nel giorno e ora che definisci.

Personalizzare l’immagine di copertina e l’immagine del profilo
L’immagine di copertina è il saluto con cui accogliamo le persone su Facebook, soprattutto quelle che per la prima volta atterrano sulla nostra Pagina. Allo stesso modo l’immagine del profilo è importante perché è l’icona che rappresenta la Pagina nei risultati delle ricerche su Facebook, quando commentiamo o interagiamo con altre Pagine e così via.

Sulle dimensioni delle immagini su Facebook e negli altri social network l’agenzia Lunametrics ha preparato un’infografica eccellente e completa, da stampare o tenere nei preferiti. Per preparare in autonomia le immagini di copertina e di profilo per Facebook segnalo due applicazioni: per iPhone e iPad c’è l’applicazione Cover photo maker, per Android c’è CoverPro design Facebook.



Il post in vetrina: Mostra sempre in alto
La maggior parte degli utenti che hanno fatto Mi piace sulla nostra Pagina entreranno poi in contatto con i contenuti attraverso i post che visualizzano nel loro newsfeed. Tuttavia chi atterra per la prima volta sulla Pagina perché ci ha trovato nel motore di ricerca di Facebook, su Google, dall’azione di un amico che ha commentato un nostro post o semplicemente clicca sul link a Facebook che abbiamo inserito sul sito, vedrà la Pagina e in base ai contenuti che visualizza deciderà se fare Mi piace o meno. Facebook permette di scegliere un post da tenere “in vetrina”, con la funzionalità Mostra sempre in alto.



Il post sarà mostrato sempre come primo contenuto della Pagina (per 7 giorni, poi torna tra i post in ordine cronologico), anche se nei giorni successivi abbiamo pubblicato altri post. I “post con la coccarda” hanno quindi maggiori possibilità di venire visti. Quando utilizzare questa funzionalità? Per esempio per post con aggiornamenti urgenti, promozioni o post collegati a campagne in corso.

Trovare l’ora giusta per postare
I fan vedono tutti i contenuti che postiamo sulla Pagina? No! Ne vedono una parte che secondo Facebook corrisponde al 16%. Questa naturalmente è una media. Uno dei tre ingredienti principali dell’Edgerank (ovvero l’algoritmo utilizzato da Facebook per decidere che cosa farci vedere nel newsfeed) è il tempo: estremizzando, se posto alle 10 di mattina e la mia Pagina è dedicata a una rivista per adolescenti, difficilmente saranno online a quell’ora. Quando dopo scuola apriranno il newsfeed il post delle 10 di mattina sarà già stato superato e spinto in basso da altri post pubblicati nel corso della mattinata e poi all’ora di pranzo. Lo stesso ragionamento vale se i fan stanno dall’altra parte dell’Atlantico, a un fuso orario differente. Fondamentale quindi trovare l’ora giusta per postare e “servire caldi” i post. Come? Testando diversi orari di pubblicazione e verificando poi in Facebook Insights quali sono quelli che funzionano meglio.