Facebook, geolocalizzazione, serendipity al Burning Man

Facebook, geolocalizzazione, serendipity al Burning Man

Social network

Il Burning Man è un festival/evento che si tiene ogni anno a Black Rock Desert, nel deserto del Nevada, tra fine agosto e inizio settembre. Per una settimana migliaia di persone si uniscono in una comunità temporanea, ognuno per esprimere la propria creatività con opere d’arte, sculture, musica, creazioni di ogni tipo, per popolare e creare Black Rock City. Che alla chiusura del Burning Man, sparisce: nei giorni e nei mesi successivi, tutto viene ripulito e riportato allo stato originario, il deserto torna ad essere deserto. Oltre all’espressione di sè, un altro dei punti centrali del Burning Man è la possibilità di incontrare nuove persone, guidati solo dal caso.

Quest’anno, per facilitare l’incontro tra amici e persone che già si conoscono, un gruppo di partecipanti ha messo a disposizione di tutti una app Facebook, la BurnerMap che permette di condividere la propria posizione in una cartina della playa – il letto di un antico lago, ora desertico, in cui si tiene il festival – creando una mappa personalizzata e stampabile.
BurnerMap

Ma… Se posso localizzare facilmente persone che conosco già, addio serendipity e nuove conoscenze?

Proprio con questa domanda in mente, un partecipante storico dei Burning Man ha annunciato per il primo giorno un rogo pubblico, per bruciare tutte le mappe create con BurnerMap. E tornare allo spirito originario di incontri casuali.

Burner Condemns BurnerMap, Schedules Map Burning

Ci penso ogni volta che per strada invece di chiedere informazioni a un passante o in un bar, abbasso gli occhi e chiedo a Google Maps di portarmi a destinazione. Sto rinunciando a un consiglio unico? Sto perdendo l’occasione di fare un tratto di strada con qualcuno esperto del luogo? La comodità, l’affidabilità (dove possibile, perché certi centri storici sono ancora in mano alla saggezza dei passanti) e l’indipendenza di un navigatore digitale vs. la serendipity e la relazione umana?

comments powered by Disqus

Nessun commento